CRY HAVOC!


“Cry Havoc and let slip the dogs of war” — Julius Caesar, W. Shakespeare

 

Scritto e interpretato da Stephan Wolfert

Regia Eric Tucker

Con materiali di William Shakespeare

Traduzione e sopratitoli Donatella Codonesu

– Un folgorante incontro fra teatro e vita di un veterano – 

 

Dopo due anni di paralisi, dopo sei anni nell’esercito degli Stati Uniti, dopo aver sofferto della Sindrome da Stress Post-Traumatico, Stephan Wolfert salta su un treno che attraversa le montagne del Montana. Lontano da casa. Nel nulla. Alcolista e senza la minima idea di cosa fare del resto della sua vita. Fino a che per caso entra in un teatro, scoprendo la voce di Shakespeare e un’insospettabile affinità di quelle storie con la propria. Da allora Stephan fa teatro, arrivando alla scena di Broadway. E oggi è responsabile di uno speciale programma di recupero per veterani attraverso il teatro, De-cruit (www.decruit.org)

Nel testo l’attore include alcuni dei più famosi discorsi di personaggi shakespeariani, come lui reduci di Guerra: Coriolano, Enrico V, Tito Andronico, Marco Antonio. Le parole senza tempo del Bardo sono fonte di una riflessione sul tema della Guerra e sul difficile reintegro dei veterani nella società civile.

Lo spettacolo torna in Italia dopo essere stato presentato con successo al Teatro Sala Uno di Roma, collezionando critiche entusiastiche. nell’ambito del Festival Shakespeare Re-Loaded (Roma-Verona, aprile 2016), in collaborazione con il Teatro Argot Studio di Roma e Casa Shakespeare di Verona.

 

SINOSSI

Figlio di una desolata provincia americana, Stephan si arruola nell’esercito e viene programmato per la guerra. Dopo aver perso il suo migliore amico sul campo, torna dalla Guerra del Golfo con la comune sindrome da stress postraumatico e, incapace di riadattarsi alla vita civile, diventa alcolista. Sbandato e solo, si ritrova su un treno che attraversa le montagne del Montana. A una fermata qualsiasi e per caso entra in un teatro, scoprendo la voce di Shakespeare e un’insospettabile affinità di quelle storie con la propria.

 

 

_________

 

BIO ARTISTI

Stephan Wolfert – attore, autore, regista, ex Ufficiale medico presso l’Esercito USA, Stephan ha lasciato le armi per dedicare la propria vita al teatro dopo l’incontro con il Riccardo III di Shakespeare. Ha conseguito un Master of Fine Arts degree al Trinity Rep Conservatory di Providence (Rhode Island), nel 2000. A Broadway ha diretto il segmento militare di Twyla Tharp & Billy Joel Movin’ Out. E’ inoltre uno dei fondatori della Shakespeare Company, ha insegnato recitazione shakespeariana presso diverse università e scuole di teatro in Stati Uniti e Canada, ha fatto parte di varie compagnie teatrali e lavorato come coach per il Cirque du Soleil. E’ il Direttore Artistico Fondatore del programma Shakespeare & Veterans e del Veterans Center for the Performing Arts (V.C.P.A.) e oggi si dedica allo sviluppo del programma DE-CRUIT per il reintegro dei veterani militari attraverso la formazione attoriale. Progetto che Stephan sviluppa da decenni in tutto il Nord America e in Italia, esaminando le opere di Shakespeare dalla prospettiva di un ex-soldato, lavorando con veterani e medici e utilizzando i testi di Shakespeare e la formazione attoriale classica per affrontare il trauma e aiutare la transizione dalle armi alla vita civile. Per DE-CRUIT ha ricevuto l’encomio del City Council di Los Angeles e i suo lavoro è stato oggetto di pubblicazioni artistiche e scientifiche. E’ membro del PACH (Project for the Advancement of our Common Humanity)di NY.

Eric Tucker – Regista dell’anno 2014 per il Wall Street Journal, Eric Tucker ha al suo attivo innumerevoli regie di spettacoli Off Broadway di grandi teatri in città come New York, Boston, Los Angeles e Praga in Cechoslovacchia. E’ co-fondatore della nota compagnia Bedlam, della quale è direttore artistico e che ha collezionato nomination e premi soprattutto per le sue regie, i suoi spettacoli godono sempre di recensioni eccezionali e di “tutto esaurito” da record e ottime recensioni sulle testate più importanti (inclusi New York Times, Time Magazine e molte altre). Eric è anche attore e insegnante di teatro per la New York University. Come regista e attore ha lavorato con nomi come William Hurt, Ed Asner, Tina Packer, Burt Bacharach. Il suo Sense and Sensibility ha ricevuto una nomination ai Premi Lucille Lortel per le produzioni Off Broadway 2016 (miglior regia) e ha vinto il l’Off Broadway Alliance Award.